LO SAPEVI CHE?

Stitichezza e intestino irritabile? È colpa del secondo cervello!

Lo scambio comunicativo tra il nostro primo e secondo cervello avviene continuamente, in una direzione e nell'altra. Leggi come.

Per saperne di più
Stitichezza e intestino irritabile? È colpa del secondo cervello! - LO SAPEVI CHE? - YOVIS REGOLA

Tendiamo a pensare al cervello come al centro di controllo del corpo umano. Ma gli scienziati hanno scoperto che esiste un secondo cervello, che funziona indipendentemente da quello che risiede dentro la scatola cranica. Si chiama Sistema Nervoso Enterico (ENS) ed è una rete di circa mezzo milione di cellule nervose e neuroni che si trova dentro al nostro intestino, decidendone ritmo e funzionamento. Questo significa che cercare di capire i suoi meccanismi, potrebbe aiutare a risolvere i problemi di salute intestinale come la stitichezza e capire meglio il legame tra l’intestino e la salute mentale. Ad esempio, nei casi in cui l’ansia e lo stress causano l’intestino irritabile.

Tutti abbiamo sperimentato la sensazione di farfalle nello stomaco o la botta allo stomaco che arriva in presenza di una brutta notizia. Questa è la dimostrazione di un primo scambio comunicativo, dal cervello al secondo cervello. Ma il dialogo va anche nell’altra direzione. Non solo sul controllo dell’appetito, in cui l’ENS segnala al cervello il senso di pienezza, ma anche altri dati, secondo gli scienziati, in cui “la pancia” riesce a influenzare molte parti del cervello principale, compreso il modo in cui elabora le emozioni.

Abbiamo citato poco fa la sindrome dell’intestino irritabile. Altro non è la dimostrazione che ansia, depressione e indigestione sono collegati e il sistema gastrointestinale risente dei cambiamenti a livello mentale. L’intestino e il cervello hanno una relazione a due direzioni: sono interconnessi principalmente attraverso il nervo vago, che è in grado di trasferire messaggi chimici tra le due parti, se l’intestino non è sano causa infiammazioni in tutto il corpo e l’infiammazione è associata alla presenza di depressione e ansia. L’intestino invia messaggi chimici separati dall’attività cerebrale e produce intorno al 90% dei neurotrasmettitori dedicati al calmarci e di serotonina. Visti questi dati, si riesce bene a comprendere come un apparato gastrointestinale in salute può aiutare nella regolazione dell’umore.

Come mantenere sano il nostro secondo cervello

Avere un intestino sano garantisce il massimo assorbimento dei nutrienti, che supportano la corretta produzione ormonale, la quale a sua volta garantisce benefit all’umore. Garantire una dieta che sia un buon supporto intestinale, ricchi di cibi e bevande che contengono probiotici e prebiotici, e con pochi zuccheri e ingredienti artificiali, è un ottimo punto di partenza. I probiotici e i prebiotici sono essenziali per mantenere l’integrità complessiva di questo nostro secondo cervello.

Un contributo di probiotici e fibre, in grado di favorire la motilità intestinale, stimolando la crescita e l’attività della flora batterica, è rappresentato dall’integratore alimentare Yovis Regola. In grado di ridare il sorriso al nostro ENS!