LO SAPEVI CHE?

Qual è il cibo migliore per la flora intestinale?

Una ricerca inglese ha testato vari prodotti presenti sul mercato e fatti in casa e ha trovato il migliore per ristabilire l'equilibrio della flora intestinale

Per saperne di più
Qual è il cibo migliore per la flora intestinale?  - LO SAPEVI CHE? - YOVIS REGOLA
Un gruppo di ricercatori inglesi (facenti parte dell'associazione Trust Me I'm a Doctor) ha testato tre dei più quotati metodi conosciuti oggi per ristabilire l'equilibrio della flora intestinale in maniera naturale. Trenta volontari sono stati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo ha provato una bevanda probiotica del tipo presente nella maggior parte dei supermercati. Queste bevande contengono solitamente una o due specie di batteri che possono sopravvivere al viaggio attraverso il potente acido dello stomaco per arrivare tranquilli nel nostro intestino.
Il secondo gruppo ha provato una bevanda fermentata tradizionale chiamata kefir che contiene una serie di batteri e lieviti.
Al terzo gruppo è stato chiesto di mangiare cibi ricchi di una fibra prebiotica chiamata inulina. I prebiotici sono sostanze che nutrono i batteri buoni che già vivono nel nostro intestino. L'inulina si trova soprattutto nei carciofi, nella radice di cicoria, nelle cipolle, nell'aglio e nei porri.
 
Il gruppo che consumava probiotici ha fatto registrare un cambiamento in un tipo di batteri noto per aiutare nella gestione del peso, chiamato Lachnospiraceae. Gli altri due gruppi hanno notato cambiamenti molto significativi. Il gruppo che mangiava cibi ricchi di fibre prebiotiche ha fatto registrare un incremento di un tipo di batterio buono per la salute generale dello stomaco. Ma il cambiamento maggiore è stato trovato nel gruppo kefir.
 
Questi volontari hanno visto un aumento in una famiglia di batteri chiamati Lactobacillalis. Sappiamo che alcuni di questi batteri sono buoni per la salute generale dell'intestino e che possono aiutare in condizioni quali la diarrea del viaggiatore e l'intolleranza al lattosio. "Gli alimenti fermentati per la loro stessa natura sono abbastanza acidi e questi microbi hanno dovuto evolvere per far fronte a questa condizione, diventando in grado di sopravvivere naturalmente nell'acido", ha dichiarato il dottor Paul Cotter del Teagasc Research Centre di Cork "Questo li aiuta a superare lo stomaco e arrivare nell'intestino".
 
Nelle analisi di laboratorio si sono notate delle differenze tra i prodotti. Mentre i cibi e i prodotti fatti in casa con metodi tradizionali contenevano una vasta gamma di batteri, i prodotti commerciali non ne contenevano praticamente nessuno. "Le varietà commerciali sono sottoposte alla pastorizzazione prima di essere commercializzate, per renderle più sicure per la salute e prolungare la loro conservazione. Ma la stessa può uccidere i batteri" soprattutto su larga scala, continua il Dott. Cotter. 
 
Quindi se siete interessati a provare cibi fermentati per migliorare la salute dell'intestino potete prepararli in casa o scegliere prodotti che rispettano i processi di fermentazione dei batteri e includono fibre in grado di alimentare in maniera sana la flora intestinale, come i prodotti Yovis Regola, da anni uno dei migliori integratori presenti sul mercato.