LO SAPEVI CHE?

Che esercizio fisico fa bene all'intestino?

L'esercizio fisico è un ottimo alleato per l'efficienza del sistema digestivo, ed è in grado di diminuire il tempo impiegato da quando si mangia a quando si va al bagno.

Per saperne di più
Che esercizio fisico fa bene all''intestino? - LO SAPEVI CHE? - YOVIS REGOLA
La stipsi può causare difficoltà o dolore quando si va in bagno. La buona notizia è che bere molta acqua, mangiare tante fibre date da frutta e verdura, ridurre lo stress e muoversi di più possono in assoluto migliorare la situazione. L'esercizio fisico ha dimostrato di essere un ottimo alleato per l'efficienza del sistema digestivo, ed è in grado di diminuire il tempo impiegato da quando si mangia a quando si va al bagno.
 
La notizia ancora più bella? Non è richiesto a nessuno di diventare degli assi dello Zumba o andare a fare la maratona. In verità, bastano davvero pochi movimenti, ma giusti, per avvertire i primi cambiamenti.

Il cardio

Il movimento è legato a doppio filo con la salute muscolare e l'intestino è un muscolo. Cosa si intende con Cardio? Qualunque cosa che faccia sudare, anche poco. Dalla passeggiata a passo svelto, al ballare nel salotto. Anche un minimo di attività fisica in più incrementa la capacità respiratoria, il battito cardiaco, e ossigena i muscoli e i nervi, che aiutano il corpo a funzionare in maniera più efficiente.

Lo Yoga 

Alcune pose yoga possono essere utili perché riducono lo stress e aumentano il flusso sanguigno al tratto digestivo, che aiuta l'intestino a contrarsi. Ecco due posizioni abbastanza semplici da fare una volta al giorno.
 
La posa del gatto e della mucca: mettersi a quattro zampe facendo in modo che le ginocchia siano alla larghezza dei fianchi e le braccia diritte e perpendicolari alle spalle. La testa è in linea con la colonna. Le mani sono sulla stessa linea delle ginocchia, con le dita ben distribuite a terra. Il peso del corpo deve essere distribuito uniformemente sulle braccia e sulle ginocchia. Dopo aver inspirato profondamente, espirate portando il mento verso la gola e contemporaneamente sollevando la schiena verso l’alto, formando una specie di “U” rovesciata o di “gobba”. Contrarre leggermente l’addome per fare in modo di alzare al massimo (senza forzare eccessivamente) la zona scapolare, cioè la parte alta della schiena. Inspirando, allungare e distendere lentamente la colonna, abbassando la schiena più possibile e contemporaneamente sollevare la testa guardando verso l’alto. Ripetere tre volte.
 
La posizione del rilascio dei venti: distendersi a terra in posizione supina con le gambe e le braccia stese lungo il tappetino. Con una espirazione portare entrambe le ginocchia verso il petto e circondarle con le braccia, afferrando i gomiti con la mano opposta. Tenere assieme le ginocchia in questo modo, premendo leggermente sull’addome. Tenere le cosce e le ginocchia più possibile unite tra loro appoggiate al petto. Mantenere la testa appoggiata al tappetino, in linea con la colonna vertebrale. Rilassare i piedi, il collo e le spalle. Respirare normalmente e mantenere la posa più a lungo possibile, fino a bilanciare lo sforzo con il rilassamento. Tornare alla posizione di partenza con molta calma, con una lunga espirazione e appoggiare nuovamente le gambe e le braccia terra.
 
 
Aiutiamo il nostro intestino anche con la DOPPIA AZIONE benefica di Yovis Regola, nei suoi FERMENTI LATTICI PROBIOTICI che riequilibrano la microflora intestinale e nella giusta quantità di fibre che stimolano la crescita e l’attività della flora batterica già presente nell’intestino, rafforzando l’azione riequilibrante dei fermenti.
 
Yovis Regola: l’azione benefica di fibre e probiotici in un integratore alimentare!